casa-museo-pascoli credit: Sara Moscardini

Giovanni Pascoli acquistò questa casa in località Caproni, nella frazione di Castelvecchio, nel 1895. Qui vi trascorse gli anni più tranquilli della sua esistenza fino alla morte nel 1912. La casa museo, divenuta monumento nazionale, mantiene ancora oggi gli spazi e gli arredi lasciati dal poeta.

Immersa in un paesaggio di grande suggestione dominato in lontananza dal monte Pania, la casa ha un ingresso sulla piazzetta e affaccia, sul retro, su un vasto giardino, un’area delimitata da un muro di cinta che giunge fino alla chiesa di San Niccolò della quale si vede il campanile.

La casa, si sviluppa su tre piani, grazie alla meticolosa opera di rispetto quasi sacrale per gli ambienti e i mobili a cui la sorella Maria dedicò tutta la sua esistenza, ha ancora mantenuto l’aspetto e l’assetto che aveva negli anni in cui vi soggiornò il Pascoli.

Oltre la casa e il giardino, la proprietà disponeva anche di una piccola cappella privata che il Pascoli e la sorella Maria restaurarono e dove venne in seguito sepolto il poeta dopo la sua morte, avvenuta nel 1912.

Tratto da: La guida di Barga

Guarda sulla Mappa: Casa Museo Pascoli


App realizzata da: CarloF

Crea la tua App Inizia ora